martedì 3 gennaio 2017

CES 2017: vetrina del futuro che c'è già


A Las Vegas, sta per aprire i battenti il Salone del futuro che già c'è. Una panoramica delle tecnologie di frontiera più avanzate, allestita dal "Consumer Technology Association". 
Recentemente anche l'Automotive ha scoperto il fascino di cui gode questo evento e diversi brand lo stanno utilizzando come evento di comunicazione ponte con il canonico salone dell'auto di Detroit.
L'Automotive ha capito che, per rimanere "in sella", deve proporsi come parte integrante della grande trasformazione che sta investendo il mondo del trasporto e non essere soggetto passivo della connettività, dell'Internet of Things e di tutta la complessa realtà che gira attorno a queste nuove tecnologie "di prossimità".

giovedì 17 novembre 2016

Un gran premio "elettrico" per le strade di Roma ?

E’ passato più di un quarto di secolo da quando, nell’Aprile 1991, Alessandro Zanardi vinse a Vallelunga l’ultima edizione del Gran Premio di Roma ed ora, a  quanto si dice, il Comune della Capitale avrebbe avviato un dialogo con la Federazione Automobilistica Internazionale per portare sulle strade di Roma una gara di Formula E valida per il campionato mondiale della specialità.
Abbandonata l’idea avanzata tre anni fa di un circuito nella zona del Circo Massimo, oggi si parla di un percorso lungo circa 4 chilometri nella zona dell’EUR. Un altro ritorno al passato insomma con la corsa che torna a disputarsi, come avvenuto dal 1925 al 1956, per le strade della Capitale ed un richiamo ai vari progetti portati avanti a partire dall’inizio degli Anni Ottanta dall’ex-pilota Maurizio Flammini.
A stimolare l’iniziativa potrebbe essere l’ENEL, che è sponsor globale del Mondiale di Formula E, cui non dispiacerebbe una tappa della serie città ove ha sede ed il nuovo scenario politico ed amministrativo nella Città Eterna. Lo stesso dicasi per Audi, DS, Jaguar, Mahindra e Renault per le quali le strade della Capitale sarebbero un palcoscenico unico al mondo.

Dopo essersi opposta al progetto di ospitare nella Capitale le Olimpiadi del 2014, il neosindaco Virginia Raggi starebbe lavorando al recupero del progetto decisamente più sostenibile ed economico di cui si era fatto promotore nel 2013 il  suo predecessore Gianni Alemanno. «Da qualche settimana siamo impegnati nella programmazione dei grandi eventi 2017-2018» dice il vice-sindaco Daniele Frongia. «Abbiamo avuto un boom di richieste e stiamo lavorando a livello internazionale. Nel biennio in questione, nell'ambito di un programma molto strutturato di mobilità sostenibile, stiamo valutando con EUR Spa un progetto di Formula E che non ha nulla a che vedere con i progetti del passato perché in questo caso si tratta di auto elettriche, perché è uno degli elementi di un programma di mobilità sostenibile e perché stiamo pensando ad un tracciato nuovo all'EUR dove allestire lo spazio. Se si fa, dovrà esserci un ritorno per tutta la città. A metà Dicembre daremo gli altri dettagli. Sul tema c'è una corrispondenza scritta tra la sindaca Virginia Raggi e la FIA». A questo punto non c’è che stare alla finestra ed aspettare l’evolversi degli eventi. 


mercoledì 2 novembre 2016

Rumore Scaccia Rumore

In rosso l'onda rappresentante il rumore del motore, in azzurro
l'onda di contrasto generata, in verde il segnale risultante

Il rumore è un segnale non desiderato, che genera disturbo e quasi sempre fastidio.
Eliminare i rumori indesiderati e fastidiosi che ci circondano è un passo molto importante per assicurare all’ambiente un elevato grado di comfort naturale. 
Viaggiare in auto, anche a velocità sostenute,  potendo conversare con tutti i passeggeri senza alzare il tono della voce, ascoltare musica senza alzare il volume dell'impianto, o semplicemente godere del silenzio dei propri pensieri, era uno status ad esclusivo appannaggio delle auto alto di gamma, che si potevano permettere di avere spesse imbottiture fonoassorbenti, pesi aggiuntivi e verniciature speciali con un conseguente listino prezzi, allineato alla capienza del portafoglio dell’acquirente.

giovedì 16 giugno 2016

24 Ore di Le Mans 2016 : mix di storia e futuro dell'auto

E’ ritenuta da tutti l’icona più prestigiosa del motor sport. La corsa per eccellenza! Si corre di giorno e di notte, con il sole e con la pioggia, all’alba ed al tramonto, senza soluzione di continuità. Un concentrato di emozioni che si susseguono senza sosta per 24 ore. Questa è la 24 Ore di Le Mans. Il sogno di tutti i piloti. Il sogno di tutti i grandi piloti che, pur avendo un invidiabile Palmarès, non sono riusciti a centrare la vittoria sul mitico circuito de La Sarthe. Parliamo di piloti, entrati di diritto nella leggenda dell’automobilismo sportivo,  come Mario Andretti e Jacques Villeneuve, che con amarezza chiusero al secondo posto al termine delle 24 Ore. Ad oggi, solo Graham Hill ha conquistato Mondiale di F1, 500 Miglia di Indy e Le Mans. Un record questo di Hill, che non sarà facile battere.

mercoledì 1 giugno 2016

Pininfarina: la matita resta italiana, il controllo passa agli indiani

Pininfarina Cisitalia 202
Il passaggio del controllo della Pininfarina, dalla famiglia fondatrice all'indiana Mahindra, è stato da poco completato e sancito dall'entrata nel consiglio di Amministrazione di un rappresentante di Mahindra: mr. CP Gurnami, Amministratore Delegato di TechMahindra.
Il gruppo Indiano avrebbe contestualmente confermato l'impegno di investire 20 milioni entro l'anno, con un aumento di capitale. Un segnale della volontà degli indiani a puntare decisamente sullo sviluppo dell'azienda.

domenica 22 maggio 2016

Torna il filobus? Forse, ma è per le merci

Sull’autostrada svedese E16 è quasi ultimata la messa in funzione di una strada elettrica per operazioni di trasporto effettuate da mezzi pesanti. Una volta posizionate le linee dell’alta tensione lungo i due chilometri, tutto sarà pronto per il primo percorso di prova. Questa tecnologia, conosciuta con il nome di trasmissione elettrica conduttiva, è stata sviluppata da Siemens che in collaborazione con Scania ha condotto dal 2013 intense attività di ricerca oltre a sperimentazioni su autocarri elettrici a Berlino.

martedì 10 maggio 2016

Automobili, Navi ed Ambiente: qualche dato per capire.

Tutti sogniamo un mondo più pulito, sempre meno inquinato, ma per questo non sempre siamo disposti a modificare comportamenti che ci sembra possano privarci di alcune comodità. Anche quando sappiamo che queste sono fonte di inquinamento.
Prendiamo ad esempio l’auto. Si sa che inquina, ma la libertà di movimento che ci dovrebbe assicurarci (pura illusione, data la perenne congestione del traffico) non ci fa rinunciare al suo utilizzo.
Ora, assodato che l’auto inquina e che quindi sono indiscutibilmente auspicabili soluzioni di mobilità alternativa a minore impatto ambientale, è bene però capire di che cosa stiamo parlando quando si discute dell’inquinamento prodotto dalle stesse. Non vuole essere una difesa d’ufficio dell’auto, ma semplicemente una presa di coscienza della scala dei problema.


Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...